Fratelli La Bufala - Pizzaioli emigranti
SPONSOR • Fratelli La Bufala 40 Shaftesbury Avenue London W1d7EY....i nostri valori sempre con noi
Home » Archives by category » Politica

Brexit, Corte Suprema: “Voti il PArlamento”

La Corte Suprema di Londra ha disposto stamani in via definitiva che la notifica dell’articolo 50 del Trattato di Lisbona per l’avvio dei negoziati con l’Ue per la Brexit dovrà essere autorizzato da un voto del Parlamento britannico. Il verdetto conferma quello di primo grado dell’Alta Corte. La Corte ha anche escluso qualunque potere di […]

Brexit, May: “Costruiremo Gb globale”

Ecco alcuni passaggi del discorso di oggi del Primo Ministro inglese, Theresa May, alla Lancaster House riguardo la Brexit. “In questo momento stiamo abbandonando l’Europa e pianifichiamo un vertice biennale del Commonwealth. Costruiremo una Gran Bretagna veramente mondiale. Non vogliamo che l’Unione europea si smembri ma da parte dell’Ue è mancata la flessibilità nei confronti […]

Continua a leggere

Il premier May ha scelto l’hard Brexit

I giornali britannici hanno anticipato il contenuto del discorso che il premier Theresa May farà domani sulla Brexit. Sarà una hard Brexit. Ovvero un’uscita in tutto e per tutto dall’Unione europea. Il Regno Unito si prepara quindi a dire addio al mercato unico, all’unione doganale, alla Corte di giustizia europea. Il Governo britannico ha così […]

Continua a leggere

Referendum, il risultato nel Regno Unito

Continua a leggere

REFERENDUM POPOLARE CONFERMATIVO – CONFIRMATORY REFERENDUM – 4th DICEMBRE 2016

Londra – Con Decreto del Presidente della Repubblica del 27 settembre 2016, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 227 del 28 settembre 2016 sono stati convocati per domenica 4 dicembre 2016 i comizi elettorali per il REFERENDUM POPOLARE CONFERMATIVO avente ad oggetto il seguente quesito referendario: Approvate il testo della legge costituzionale concernente “disposizioni per il […]

Continua a leggere

Referendum: SI o NO? I senatori Besostri e Tonini al King’s College di Londra per confrontarsi sulla riforma costituzionale.

Londra – Esaminare la riforma costituzionale approvata dal Parlamento ed ora al vaglio dei cittadini italiani nel referendum costituzionale del 4 Dicembre, per capirne a fondo il contenuto e l’impatto istituzionale nel Paese, andando oltre le discussioni più politiche e di schieramento. È questo l’obiettivo degli studenti delle Italian Societies di LSE (London School of […]

Continua a leggere

GOZI, MINISTRO BREXIT PRONTO AD ASCOLTARE. PROPOSTA RUDD SPERO RETORICA A CAUSA CLIMA POLITICO

Londra – “Se il mercato unico non viene messo in discussione, allora restano in pieni quattro libertà fondamentali e non tre: circolazione di persone, beni, servizi, capitali. Se ne escludiamo di default una, dobbiamo ripartire da zero e sta ai britannici la prossima mossa. Spero che la proposta del ministro dell’Interno, Amber Rudd, a proposito […]

Continua a leggere

Quale futuro per questa Europa? Unione o disgregazione. E intanto a tre mesi da Brexit, Londra programma il suo futuro.

Sono passati tre mesi dall’uscita del Regno Unito dall’Europa e i temi da affrontare sono ora legati alle modalità di separazione di Londra dall’Unione con conseguente rielaborazione di nuovi trattati con gli stati membri. Una cosa è certa, gli inglesi, a ragione, cercheranno di negoziare accordi favorevoli ai loro interessi essendo ora sguinzagliati da ogni […]

Continua a leggere

Mentre in Italia salta la candidatura di Roma alle Olimpiadi 2024 Londra approva l’espansione dell’impianto nucleare di Hinkley Point

Londra – Mentre in Italia non si stemperano le polemiche relative alla mancata candidatura della città di Roma alle Olimpiadi del 2024 a Londra si pianifica il futuro industriale del Regno Unito; il tutto nonostante le previsioni di crescita dell’economia globale vengono ridimensionate dall’OCSE causa il deprezzamento delle materie prime, il rallentamento delle economie emergenti […]

Continua a leggere

L’Economist fa tremare i lavoratori Ue

L’uragano Brexit potrebbe travolgere il mercato del lavoro, con conseguenze gravi in particolare per gli europei che da anni svolgono un ruolo chiave nell’economia britannica. I cittadini dell’Ue in questo momento posso trasferirsi senza alcun patema d’animo oltre la Manica, trovare abitazione e lavoro nella terra della Regina con le medesime libertà di cui godono […]

Continua a leggere